FAQ

Una nutrizionista a tua disposizione per ogni dubbio

FAQ

1) Con questo nuovo procedimento è possibile ottenere un pane davvero buono come quello tradizionale?

Provare per credere! Bontà di Pane ha il gusto e il sapore del pane di una volta, proprio perché è di frumento ma senza glutine. Dal sapore unico, dalla tipica crosta dorata del pane fragrante, buono e soffice come il pane tradizionale…Per il piacere ritrovato del buon pane per tutti!

2) Il metodo impiegato per deglutinare è un processo chimico?

Il processo di deglutinazione è del tutto naturale proprio perché parte dal metodo di produzione del pane tradizionale a lievitazione naturale. Il lievito naturale da secoli è utilizzato per la produzione di prodotti lievitati da forno: oggi la ricerca Giuliani è arrivata a scoprire che sono proprio alcuni dei fermenti lattici e degli enzimi presenti nel lievito naturale (selezionati e brevettati da Giuliani), che hanno la capacità di degradare il glutine dalla farina di frumento.

3) Il prodotto va bene per me e per la mia famiglia?

Il prodotto è stato notificato al Ministero della Salute e inserito nel Registro Nazionale come prodotto rimborsabile. La sicurezza è garantita da Giuliani che effettua analisi su ogni lotto di farina di frumento deglutinata e su ogni lotto di prodotto finale, per garantire l’assoluta idoneità del prodotto per il celiaco.

4) La farina di frumento deglutinata contiene comunque del glutine, anche se in bassissima percentuale?

Durante il processo di deglutinazione il glutine normalmente presente nella farina di frumento viene degradato fino a raggiungere valori ben al di sotto delle soglie stabilite dalla legge per poter dichiarare un prodotto “senza glutine” (< 20 ppm). Certificati mostrano come anche il prodotto raggiunga soglie ben oltre al di sotto di questo limite, motivo per cui Giuliani ha potuto notificare il prodotto al Ministero della Salute che lo ha inserito nel Registro Nazionale come prodotto rimborsabile.

5) Ho già sentito parlare di amido di frumento deglutinato: è la stessa cosa? In cosa questo nuovo pane è diverso dagli altri prodotti presenti in commercio?

Amido e farina deglutinati derivano entrambi dal frumento ma sono due cose molto diverse.
  • L’amido di frumento si ottiene dalla lavorazione dei chicchi di grano: l’amido viene separato dalla frazione proteica del frumento con un processo di lavaggio e asciugatura che consentono di eliminare la parte nociva per il celiaco. Durante questo procedimento viene eliminata anche la frazione proteica del frumento, rendendo l’amido deglutinato composto esclusivamente da carboidrati e quindi di scarso valore nutrizionale;
  • La farina deglutinata invece è ottenuta tramite un processo brevettato che parte dalla lievitazione naturale per cui, tramite una combinazione di enzimi e fermenti lattici ed un prolungato tempo di riposo, viene eliminato il glutine dalla farina di frumento. Il processo di deglutinazione consente di mantenere invariate tutte le caratteristiche positive del frumento, con un prodotto più completo dal punto di vista nutrizionale e con un profilo sensoriale totalmente diverso dall’amido perché mantiene il sapore e il gusto del frumento, per il piacere ritrovato del buon pane tradizionale.

6) Nasceranno in futuro altri prodotti con farina di frumento deglutinata?

Bontà di Pane è solo il capostipite della nuova linea Sapori Tradizionali con frumento deglutinato. Continua a seguirci per scoprire futuri altri prodotti della linea!

7) In che cosa questo pane è diverso rispetto agli altri pani senza glutine già in commercio?

L’innovazione è data dall’impiego per la prima volta della farina di frumento deglutinata in un prodotto senza glutine. Non esistono in commercio altri prodotti che impieghino tra gli ingredienti anche la farina di frumento; il risultato è un pane buono come quello tradizionale proprio perché deriva dal frumento e perciò non ha eguali sul mercato dei prodotti senza glutine.

8) Da dove nasce l’esigenza di consumare un pane con farina di frumento deglutinata?

L’idea brevettuale parte proprio dall’esigenza di ottenere un pane che mantenesse le caratteristiche positive del frumento, non solo dal punto di vista sensoriale ma anche in termini nutrizionali. Poter consumare un pane che deriva dal frumento rappresenta il raggiungimento di un grande traguardo per chi vuole o deve mangiare senza glutine. Il vantaggio è di avere un prodotto più buono, più saporito e più profumato perché di frumento, ma senza glutine. Importante però anche la componente nutrizionale perché chi segue una dieta senza glutine mostra delle carenze di vitamine, sali minerali, fibre e amminoacidi, che sono più facilmente assimilabili dal frumento. Bontà di pane è in grado di offrire tutte queste caratteristiche positive del frumento.
Iscriviti alla newsletter per essere sempre informato sui nuovi prodotti, promozioni ed eventi Iscriviti Ora